Quanti radiali ci vogliono per un’antenna verticale ?

by / sabato, 05 maggio 2018 / Published in Eventi, Le ultime dalla Sezione, Tecnica

Traduco di seguito un interessante articolo di m0mcx, Callum che riprende, confronta e sintetizza uno studio di N6LF, Ruby sul tema radiali.

Buona lettura

iz2zqg Andrea

 

In questo documento si parla del tema radiali e di come massimizzare le prestazioni dell’antenna attraverso il sistema di radiali posto a terra, alla base della stessa.

 

Il sistema di radiali posti a terra non ha bisogno di essere tarato. Questo sistema è posto sulla superficie del terreno ed esiste una relazione tra il numero di radiali che lo compongono, la loro lunghezza, e l’efficienza.

La mia ricerca è basata sia sull’esperienza sul campo che su misure e calcoli.

Ad ogni modo, siamo fortunati a poter contare su Ruby Severns, N6LF (vedi la fine del documento per il link) che ha documentato l’effetto della variazione di diverse misure e diverse quantità di radiali sul sistema.

La sua ricerca riflette la mia esperienza personale sul campo. In passato ho costruito sistemi di radiali a terra per antenne verticali che contavano tra 8 e 16 radiali da un quarto d’onda. Non ho mai riscontrato molta differenza tra i due estremi sopracitati a parte una piccola variazione di impedenza. Ad ogni modo il rapporto di onde stazionarie misurato (SWR) è sempre stato migliore di 1.3:1

 

La figura seguente è quella presentata nel documento di Ruby. Notate la seconda linea dal basso (la prima non tratteggiata) che rappresenta il radiale ¼ d’onda e confronta il miglioramento del segnale tra zero (solo alimentazione con coassiale) e 64 radiali.

Da notare che il miglioramento del segnale tra 10 e 30 radiali è circa 0,5dB, quindi poco significativo.

Ricordando che un punto S sul display della radio equivale a 6dB, anche variando il numero di radiali tra 64 e 10 farebbe quindi raggiungere meno di 1dB di guadagno sul segnale. Te ne accorgeresti ?

Ruby ha anche sperimentato diverse lunghezze di radiali. In una prova ha sostituito un numero di radiali ¼ d’onda con radiali a un ottavo d’onda. Nel suo studio dice: “…confrontando sedici radiali ¼ d’onda con trentadue radiali da 1/8 d’onda. D’accordo sia con il modello che con i calcoli fatti, la potenza del segnale è circa la stessa”.

 

Concludendo, una volta installati una quindicina di radiali, non si noteranno apprezzabili differenze aumentando il piano di radiali stessi. Nel mio caso, in 40 metri ho steso 30 radiali di lunghezza dimezzata, che poi sono anche a ¼ d’onda per i 20 metri, e persino maggiori per le frequenze piu’ alte. In questa configurazione ho raggiunto risultati apprezzabili perfettamente adatti per l’utilizzo su una verticale multibanda ¼ d’onda.

 

Il documento di Ruby si trova qui:

http://www.astrosurf.com/luxorion/Radio/qex-ground-systems-part-4.pdf

 

TOP